News Turismo – Zottis e Pigozzo (PD): “Strutture ricettive, la Giunta copia la nostra proposta del Codice Identificativo. Finalmente si sono accorti del problema, aspettiamo il Testo di Legge in Commissione”
Zottis_Pigozzo

Turismo – Zottis e Pigozzo (PD): “Strutture ricettive, la Giunta copia la nostra proposta del Codice Identificativo. Finalmente si sono accorti del problema, aspettiamo il Testo di Legge in Commissione”

(Arv) Venezia, 9 ago. 2018 – “Finalmente anche la Regione batte un colpo e si accorge che occorre mettere un po’ d’ordine nella giungla delle locazioni turistiche e decide di intervenire senza scaricare le responsabilità su altri. Certo, leggendo le dichiarazioni dell’Assessore Caner, notiamo che la proposta della Giunta è di fatto uguale alla nostra, in particolare per il Codice Identificativo delle strutture, copiato pari pari”. Lo affermano, in una nota congiunta, i consiglieri regionali del Partito Democratico, Francesca Zottis e Bruno Pigozzo – che dichiarano “di attendere fiduciosi il provvedimento, prima in Commissione e poi in aula consiliare, per confrontarci e trovare la soluzione migliore, per dare una risposta agli operatori del settore e garantire un’offerta di qualità ai turisti”. “Da oltre un anno diciamo che la Legge Regionale n. 11 del 2013 va modificata – ricordano i consiglieri Dem – è un lasso di tempo enorme per come si sono modificati l’offerta e il modo di viaggiare, specialmente con il boom dell’extra alberghiero”. “In alcune zone, soprattutto le città d’arte, l’area del Garda e il litorale di Jesolo – osservano gli esponenti Democratici – questa proliferazione sta cambiando il volto dei centri storici e la qualità della vita dei residenti. Spesso si tratta di abuso della professione, che va contrastato insieme a ciò che ne consegue, in primis l’evasione fiscale”. “Per un riordino e uno sviluppo sostenibile del settore – proseguono i consiglieri Dem – crediamo sia necessario stabilire dei limiti temporali stringenti per la locazione degli alloggi e incrementare le sanzioni per gli operatori inadempienti. Il Codice identificativo contenuto nel Progetto di Legge che abbiamo depositato il mese scorso, è solo una delle nostre proposte”. “Visto che il Codice Identificativo è piaciuto così tanto all’Assessore Caner – concludono Francesca Zottis, neo vicepresidente della Sesta Commissione consiliare, e Bruno Pigozzo – ci auguriamo che si vada avanti spediti, con un confronto e una rapida approvazione dopo la pausa estiva”.

Fonte: www.consiglioveneto.it