Pubblica amministrazione Pubblica amministrazione – Pigozzo (PD): “Trasparenza, strumento al servizio della democrazia”
bruno-pigozzo-1

Pubblica amministrazione – Pigozzo (PD): “Trasparenza, strumento al servizio della democrazia”

(Arv) Venezia, 1 dic. 2017 – “Trasparenza: parola spesso usata e abusata, ma si tratta di concetto fondamentale per una amministrazione pubblica corretta al servizio della democrazia, del cittadino e della vera Giustizia”. Sono le parole del Vicepresidente del Consiglio regionale Bruno Pigozzo pronunciate oggi in rappresentanza dell’Assemblea legislativa veneta nel corso della ‘Giornata della Trasparenza’ organizzata dalla Regione del Veneto e che si è celebrata presso il palazzo Grandi Stazioni di Venezia.

“Fate che le leggi sian chiare, semplici – ha proseguito il Vicepresidente, citando Cesare Beccaria – e che tutta la forza della nazione sia condensata a difenderle, e nessuna parte di essa sia impiegata a distruggerle. Fate che le leggi favoriscano meno le classi degli uomini che gli uomini stessi’. La chiarezza e la semplicità sono un’arma straordinaria e ciascun legislatore, a qualunque livello operi, dovrebbe rifuggire da complicazioni, astrusità, opacità che rendono la legge scarsamente comprensibile. E trasparenti devono essere le azioni dell’ente pubblico e i comportamenti di quanti in esso lavorano, garantendo così quella terzietà che è elemento qualificante della Pubblica Amministrazione. Norme chiare e comportamenti cristallini: di segretezza hanno bisogno i regimi autoritari, non le democrazie”.
“Il tema della trasparenza – ha puntualizzato il Vicepresidente – riguarda il livello essenziale delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali ai sensi dell’articolo 117 della Costituzione. In questo senso, il Consiglio regionale ha tratto, dalle esperienze del primo ciclo di programmazione 2014-2016, gli indirizzi e le azioni del piano triennale 2017-2019 di prevenzione della corruzione e per la trasparenza. Gli obiettivi essenziali del piano sono tre: innanzitutto, la codificazione della disciplina attuativa in materia di diritto di accesso, alla luce dello Statuto e del Regolamento del Consiglio regionale, con riferimento a specificità di ruolo e funzioni proprie del Consiglio e dei suoi organi; di seguito, la definizione di una disciplina attuativa in materia di rotazione nel conferimento degli incarichi, con particolare riferimento agli incarichi di componente delle Commissioni di gara e delle Commissioni di concorso e selezione di personale, sulla base di criteri generali ed oggettivi, ai quali attenersi nella composizione delle commissioni medesime. Infine, la codificazione della disciplina in materia di tutela dei dipendenti pubblici che segnalano illeciti, assicurando un’efficace attività di sensibilizzazione e comunicazione sui diritti e gli obblighi relativi alla segnalazione di comportamenti illeciti e la effettività di tutela del dipendente che li segnala”.

“Credo sia questo – ha concluso Pigozzo – il significato profondo di questa giornata dal valore altamente democratico perché ci invita tutti a comprendere la svolta culturale che la trasparenza impone e della quale abbiamo assolutamente bisogno”.

Fonte: www.consiglioveneto.it