News Sociale – Fracasso e Pigozzo (PD): “Veneto Tax Free? Zaia rivendica la scelta di una Regione non solidale, che non aiuta in maniera adeguata chi è in difficoltà”

Sociale – Fracasso e Pigozzo (PD): “Veneto Tax Free? Zaia rivendica la scelta di una Regione non solidale, che non aiuta in maniera adeguata chi è in difficoltà”

(Arv) Venezia 10 apr. 2018 – “Nel difendere il Veneto ‘Tax free’, Zaia difende la situazione di forte disparità esistente, dove chi sta bene economicamente è ‘tranquillo’, mentre chi è in difficoltà non ha un adeguato supporto solidale, che avrebbe potuto ottenere grazie a una semplice rimodulazione dell’aliquota Irpef. Non è proprio un motivo di vanto”.

Il capogruppo del Partito Democratico Stefano Fracasso e il vicepresidente del Consiglio Bruno Pigozzo (Pd) rispondono a distanza alle dichiarazioni del presidente Zaia che ha rivendicato la scelta di non introdurre un’addizionale Irpef regionale.

“Parlare di risparmi per i cittadini di 1,2 miliardi è decisamente fuorviante – notano i due esponenti del Pd – A chi non ha l’impegnativa, per esempio, un anziano in casa di riposo costa 2400 € al mese. Cosi le mani in tasca ai veneti vengono messe, eccome. Di fronte ai crescenti problemi per accedere ai servizi sociali, dagli asili nido alle strutture residenziali per persone non autosufficienti o all’aumento degli sfratti per morosità, continuiamo a ritenere incomprensibile il muro posto da Zaia e dalla sua maggioranza nell’ultimo bilancio, quando avevamo proposto un Fondo per le famiglie. Sarebbe stato sufficiente introdurre una mini-addizionale Irpef , l’1,38% per i redditi superiori ai 75mila euro annui – concludono Pigozzo e Fracasso – e che avrebbe interessato appena il 2% dei contribuenti veneti, circa 63mila persone, per trovare le risorse necessarie a garantire una maggiore, e non più rinviabile, equità”.

Fonte: www.consiglioveneto.it