News La Regione stronca la Città Metropolitana. Pigozzo, Zottis e Azzalin: la Regione sconfessa se stessa e blocca la Città Metropolitana

La Regione stronca la Città Metropolitana. Pigozzo, Zottis e Azzalin: la Regione sconfessa se stessa e blocca la Città Metropolitana

Bilancio – Pigozzo, Zottis e Azzalin (PD): “La Regione sconfessa se stessa e blocca la Città metropolitana. Inevitabili i ricorsi sul mancato trasferimento delle competenze”

(Arv) Venezia 14 dic. 2016 – “L’assessore Forcolin in Commissione firma un accordo e poi lo sconfessa platealmente in aula dopo pochi giorni, con la Città metropolitana che viene messa un gradino sotto le altre Province. Se la Regione non crede in questa istituzione lo dica in maniera chiara una volta per tutte”.

La denuncia è dei consiglieri regionali del Partito Democratico Bruno Pigozzo, Francesca Zottis e Graziano Azzalin nel corso della discussione in aula sulle funzioni urbanistiche della Città metropolitana che sono state inserite in un articolo del collegato al bilancio.

“Un provvedimento irrazionale anche nel metodo, poiché la materia urbanistica è molto complessa e avrebbe meritato una discussione a parte, invece sono state bypassate tutte le procedure. In ogni caso quanto previsto nel collegato è in netta contraddizione con quanto concordato con Province e Città metropolitana, subordinando il trasferimento delle competenze urbanistiche dalla Regione all’approvazione del Piano strategico metropolitano. Le leggi vanno interpretate in modo uniforme, qua invece c’è la volontà politica di colpire la Città metropolitana. Un’intera area, che avrebbe il diritto e il dovere di dimostrare la propria capacità di realizzare determinate progettualità rimane bloccata per una precisa scelta della maggioranza. Abbiamo chiesto inutilmente di ritirare questo emendamento, che caccia la Regione in un vicolo cieco e darà luogo a ovvi ricorsi. È un pessimo esempio di mancanza di rispetto istituzionale”.

Fonte: www.consiglioveneto.it