News I roghi di Verona richiedono una risposta forte!

I roghi di Verona richiedono una risposta forte!

Criminalità organizzata in Veneto – Pigozzo e Salemi (PD): “Ancora roghi dolosi, ma nel bilancio pochi spiccioli per la Legge regionale antimafia. Chiediamo alla Giunta Zaia un segnale forte”

(Arv) Venezia 13 dic. 2016 – “Cinquantamila euro a sostegno della Legge regionale antimafia, le stesse risorse destinate alla promozione dell’identità veneta, sono un insulto al buon senso: così non sconfiggeremo la criminalità e avremo la consolazione di sentirla parlare in dialetto. Le priorità per la nostra regione dovrebbero essere altre; sembra impossibile che Zaia e la sua maggioranza non se ne accorgano: è incomprensibile come la Giunta continui a sottovalutare un fenomeno che sta assumendo dimensioni inquietanti”. Lo affermano in una nota i Consiglieri regionali del Partito Democratico Bruno Pigozzo e Orietta Salemi, dopo il doppio rogo doloso di Verona, con 21 camion e autoarticolati dati alle fiamme.

“Si tratta – continuano gli esponenti democratici – dell’ennesimo episodio, ancora un attacco incendiario ai danni di un’azienda che opera nel settore dei rifiuti, particolarmente colpito negli ultimi anni, insieme a quello dei trasporti di materiali da smaltire, tanto che si è mossa anche la Direzione distrettuale Antimafia del Veneto. Occorre essere più incisivi nella battaglia per la legalità: per questo motivo abbiamo presentato un emendamento al bilancio di previsione, chiedendo di alzare da 50mila a 200mila euro lo stanziamento per l’attuazione delle politiche regionali a favore della prevenzione della criminalità organizzata”.

“La Legge regionale 48 – concludono Pigozzo e Salemi – è stata approvata ormai quattro anni fa, ma è ancora in buona parte inattuata. È prevista infatti l’istituzione dell’Osservatorio sui fenomeni mafiosi in Veneto, ma la maggioranza ancora non si decide a calendarizzarlo in aula. Manca la volontà politica, come evidenziato dalla bocciatura in Consiglio della nostra mozione in cui chiedevamo esclusivamente l’attuazione della legge. Anche i risultati della Commissione parlamentare sulle ecomafie o la relazione semestrale del deputato Alessandro Naccarato sulla criminalità organizzata nel Veneto impongono un’attenzione e un impegno ben diversi da parte della Regione”.

Fonte: www.consiglioveneto.it