News Danni da trasfusioni e vaccinazioni: Inaccettabile una solidarietà sociale a fasi alterne
pigozzo

Danni da trasfusioni e vaccinazioni: Inaccettabile una solidarietà sociale a fasi alterne

(Arv) Venezia 1 dic. 2015 – “Mentre oltre 1.300 persone danneggiate in modo irreversibile trasfusioni e somministrazioni di emoderivati attendono i contributi che gli spettano di diritto, l’assessore Coletto sfugge dalle responsabilità di solidarietà sociale”: a dirlo è il vice presidente del Consiglio regionale ed esponente del Partito Democratico, Bruno Pigozzo, che sulla vicenda aveva presentato un’apposita interrogazione, denunciando il blocco senza preavviso agli interessati della liquidazione delle indennità relative al secondo semestre 2015.

“Oggi l’assessore ha fornito una risposta che lascia insoddisfatti: annuncia infatti che per tutto il 2015 non verranno erogate le indennità, scaricando le colpe sullo Stato e sostenendo che la Regione non ha disponibilità finanziarie per anticipare i soldi delle erogazioni per il secondo semestre 2015. Riconosciamo che la responsabilità di questi disguidi sta anche in capo allo Stato, tanto è vero che abbiamo inoltrato tramite i nostri parlamentari un emendamento che è stato presentato nella Legge di Stabilità 2016, in discussione in questi giorni, per garantire i finanziamenti e autorizzare le Regioni ad anticipare l’erogazione delle indennità, usando le risorse del Fondo sanitario”. “In ogni caso – conclude Pigozzo – non capiamo perché il Veneto abbia sospeso le erogazioni e invece altre Regioni abbiano proseguito con i pagamenti. Viene il sospetto che sia una scelta strumentale: la solidarietà sociale non può essere applicata ad intermittenza”.

Fonte: www.consiglioveneto.it