News Cultura – Il vicepresidente Bruno Pigozzo alla cerimonia a San Marco di consegna delle lauree di Ca’ Foscari ricorda Valeria Solesin e invita i neolaureati a far proprio l’impegno di giustizia

Cultura – Il vicepresidente Bruno Pigozzo alla cerimonia a San Marco di consegna delle lauree di Ca’ Foscari ricorda Valeria Solesin e invita i neolaureati a far proprio l’impegno di giustizia

(Arv) Venezia, 21 aprile 2017 – “Mi rivolgo in particolare a voi studenti che oggi segnate una tappa importante nella vostra vita. La laurea che oggi celebrate è il frutto di anni di impegno vostro e di chi vi è stato al fianco: docenti, famiglie, amici. La corona d’alloro che indossate è un simbolo vivo, non segna un traguardo che si cristallizza, un processo che si ferma, ma è un punto di arrivo e contemporaneamente di partenza. La cultura non si compra, ve la siete guadagnata, ma sapete anche che la formazione è una tensione continua, che accompagna tutta la vita”.

Con queste parole Bruno Pigozzo, vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto, in piazza San Marco per la cerimonia del conferimento delle lauree agli studenti dell’Università di Ca’ Foscari. “Mi permetto solo una breve citazione – ha continuato Pigozzo – ‘La nostra sfida dev’essere sempre quella di cambiare le cose, mai fermarsi, mia sorella non me lo perdonerebbe mai’. Erano queste le parole pronunciate due anni fa proprio in questa piazza da Dario Solesin, fratello di Valeria, giovane ricercatrice e studente di Ca’ Foscari, vittima della violenza cieca del terrorismo che ancora ieri ha colpito Parigi e che ci spinge oggi a manifestare la nostra solidarietà alle vittime e al popolo francese. Ecco: vorrei che faceste vostro questo sentimento di giustizia e l’impegno a cambiare le cose. La Regione del Veneto, l’Università e la città di Venezia, che in questi anni è diventata anche vostra – ha concluso Pigozzo – ve ne saranno riconoscenti. A voi i migliori auspici per il vostro futuro”.

Fonte: www.consiglioveneto.it