News Consiglio regionale – Vicepresidente Pigozzo: “Approvato all’unanimità il bilancio di previsione consiliare: fabbisogno invariato rispetto al 2017″
Pigozzo

Consiglio regionale – Vicepresidente Pigozzo: “Approvato all’unanimità il bilancio di previsione consiliare: fabbisogno invariato rispetto al 2017″

(Arv) Venezia 4 dic. 2017 – “Il bilancio di previsione dell’attività del Consiglio regionale 2018-2020 è stato approvato oggi dall’aula all’unanimità, in conformità al principio di autonomia contabile, di bilancio e di gestione del Consiglio” ha spiegato il Vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto Bruno Pigozzo, relatore in aula della Proposta di deliberazione amministrativa n. 60. “L’autonomia di bilancio viene riconosciuta sia dallo Statuto del Veneto, sia dal decreto legislativo n. 118 del 2011 che ha introdotto l’armonizzazione dei bilanci pubblici rendendoli più trasparenti”.

“Dopo le azioni di riordino, risparmio e ottimizzazione delle risorse effettuati negli anni precedenti – ha aggiunto il Vicepresidente nel corso del suo intervento – da questo bilancio di previsione finanziario emerge che il fabbisogno del Consiglio per il 2018 è pari a 49.998.230,00 euro, rimane invariato rispetto al 2017 e rimarrà costante per gli anni successivi. A questo importo si aggiungono 193mila euro trasferiti dallo Stato e per l’esercizio delle funzioni del Comitato Regionale di Controllo della Comunicazione e i 100mila euro destinati al funzionamento del Collegio dei revisori dei conti della Regione del Veneto”.

“Nella nota integrativa allegata al bilancio – ha sottolineato in conclusione Pigozzo – sono contenute le linee guida programmatiche che caratterizzano l’attività del Consiglio regionale, riservando una posizione centrale al rinnovamento della capacità di ascolto e conoscenza della società veneta, di esercizio di rappresentanza della comunità regionale, di comunicazione del proprio ruolo di organo legislativo e di centro di equilibrio del sistema delle autonomie, di controllo e indirizzo dell’esecutivo ed infine della capacità dell’istituzione regionale di generare valore, rispondendo alle esigenze dei cittadini con il miglior impiego possibile di risorse assegnate”.

Fonte: www.consiglioveneto.it