News Centri per l’impiego – Pigozzo, Zottis e Azzalin (PD): “La Regione cambi approccio: non sono un peso ma una risorsa strategica”

Centri per l’impiego – Pigozzo, Zottis e Azzalin (PD): “La Regione cambi approccio: non sono un peso ma una risorsa strategica”

(Arv) Venezia, 22 sett. 2017 – “Sul passaggio dei Centri per l’impiego alla Regione la prima cosa da fare è ascoltare i rappresentanti dei lavoratori. Inoltre deve essere assicurato un rilancio della loro funzione in modo da garantire l’occupazione stabile da un lato e la funzionalità e la qualità del servizio dall’altra. Sono una risorsa strategica e non un peso”. Ad affermarlo sono i Consiglieri regionali del Partito Democratico Bruno Pigozzo, Francesca Zottis e Graziano Azzalin commentando l’avvio dell’iter della discussione in Terza commissione.

“Questo tema però è strettamente legato anche al ruolo che si vuole dare alla Città metropolitana e su cui la Regione latita. I Centri per l’impiego – continuano – possono rappresentare un reale presidio territoriale e un servizio prioritario per i cittadini soprattutto se pensiamo alle caratteristiche della Città metropolitana, ma è necessaria una volontà politica che sembra mancare, come dimostrato in più occasioni. Ci ritroviamo per l’ennesima volta a non voler affrontare la potenzialità di questo ente, un atteggiamento che è in completa contraddizione rispetto al valore delle autonomie locali e alla sbandierata valorizzazione delle specificità territoriali. Come PD richiediamo che vengano audite subito le categorie e, riconoscendo d’importanza strategica del Pdl 274 ‘Disposizioni in materia di occupazione e lavoro’: pensiamo che sia giusto arrivare quanto prima all’approvazione, ma devono essere date garanzie in termini di qualità del servizi ed occupabilità”.

“E a proposito di lavoro – aggiungono in chiusura i tre esponenti democratici – ricordiamo che tra gli impegni della Regione c’è anche quello di salvaguardare competenze e occupazione di tutti i dipendenti di Veneto Promozione. Un impegno che ci auguriamo possa avere a breve un esito positivo”.

Fonte: www.consiglioveneto.it