News Ambiente – Pigozzo e Zanoni (PD): “Impianto di Gpl a Chioggia: il Comune non può essere lasciato solo, chiediamo all’assessore Marcato e a tutta la Giunta una assunzione di responsabilità”

Ambiente – Pigozzo e Zanoni (PD): “Impianto di Gpl a Chioggia: il Comune non può essere lasciato solo, chiediamo all’assessore Marcato e a tutta la Giunta una assunzione di responsabilità”

(Arv) Venezia 25 lug. 2017 – “Non ci rassegniamo all’idea che sull’impianto di stoccaggio Gpl a Chioggia non ci sia più niente da fare e che il Comune debba sbrigarsela da solo”.

È quanto affermano i consiglieri del Partito Democratico Bruno Pigozzo e Andrea Zanoni al termine dei lavori della Seconda commissione, di cui Zanoni è vicepresidente, dove si è discussa la mozione in cui si chiede alla Regione di rivedere ‘l’espressione d’intesa’ per il via libera all’ampliamento dell’impianto della società Costa Bioenergie. “Commissione che si è svolta senza l’assessore Marcato, ma alla presenza dei tecnici della struttura e del direttore dell’Avvocatura regionale, Ezio Zanon” precisa una nota del Pd “Chiediamo a Marcato e a tutta la Giunta – sottolineano Pigozzo e Zanoni – una assunzione di responsabilità: venga convocato un tavolo con il Comune e il ministero per lo Sviluppo economico. Non ci si può limitare a dire che la Regione non ha più competenze in materia e che il ministero ha come interlocutore primario l’amministrazione di Chioggia. Anche perché ci sono dei punti oscuri che devono assolutamente essere chiariti: resta da capire come mai non sia stato acquisito il parere della Commissione per la Salvaguardia di Venezia e della Laguna. Inoltre c’è una segnalazione della Soprintendenza che, a posteriori al rilascio dell’autorizzazione, rileva la mancanza del parere paesaggistico. Su queste due anomalie – concludono i due esponenti del Pd – dobbiamo fugare ogni dubbio Per questo sollecitiamo l’assessore a fare prima possibile un ulteriore passaggio”.

Fonte: www.consiglioveneto.it