News Lavoro – Pigozzo (PD): “La Regione sostenga i sindacati nella trattativa Fedex al Mise, no a riorganizzazioni selvagge sulla pelle dei lavoratori”
bruno-pigozzo

Lavoro – Pigozzo (PD): “La Regione sostenga i sindacati nella trattativa Fedex al Mise, no a riorganizzazioni selvagge sulla pelle dei lavoratori”

(Arv) Venezia, 4 lug. 2018 – “Dobbiamo porre un freno al comportamento di queste multinazionali che acquisiscono aziende e, nonostante l’aumento di fatturato, come primo atto di riorganizzazione licenziano il personale o impongono ricollocamenti impossibili da accettare. Quanto sta accadendo con la Fedex è gravissimo e non è il primo caso. La Giunta sostenga i sindacati nella trattativa al ministero per lo Sviluppo economico (Mise), i posti di lavoro vanno salvaguardati”. Così il consigliere regionale del Partito Democratico Bruno Pigozzo commenta l’approvazione all’unanimità della mozione, concordata con l’assessore Donazzan riguardante la multinazionale Usa, leader nella logistica e distribuzione merci che, dopo aver acquisito la Tnt Express, ha imposto una pesante riorganizzazione, con il licenziamento di 361 persone (di cui 38 in Veneto: 12 a Legnaro, 13 nella filiale di San Giovanni Lupatoto e altrettanti a Nervesa della Battaglia) e il trasferimento collettivo di altre 111. “Il tempo stringe – spiega il vicepresidente del Consiglio regionale – perché il termine di chiusura della procedura scade venerdì prossimo, il 6 luglio e va assolutamente trovato un accordo. La realtà dell’e-commerce, degli acquisti via web è in forte espansione, quindi certi atti sono doppiamente inammissibili – aggiunge Pigozzo – Finora dal confronto al Mise con l’azienda non ci sono state le risposte che i sindacati aspettavano, solo dei piccoli passi in avanti. Non possiamo accettare la svendita dei diritti dei lavoratori, della loro professionalità e della qualità del servizio, con chiusure ed esternalizzazioni. Le regole previste dai contratti devono essere rispettate”.

Fonte: www.consiglioveneto.it