News Infrastrutture – Pigozzo (PD): “Il Passante verde di Mestre è ancora inceppato, basta promesse. La Regione intervenga su Cav per passare dalle parole ai fatti”
bruno-pigozzo

Infrastrutture – Pigozzo (PD): “Il Passante verde di Mestre è ancora inceppato, basta promesse. La Regione intervenga su Cav per passare dalle parole ai fatti”

(Arv) Venezia 5 dic. 2019 –      “Il ‘Passante verde’ di Mestre va completato per tutelare la salute dei cittadini e l’ambiente, mitigando l’impatto sul traffico. Visto che i soggetti coinvolti non hanno ancora trovato l’intesa, chiediamo alla Regione di intervenire, in modo che vengano definite in tempi rapidi le competenze relative alla realizzazione e alla manutenzione delle varie opere; quanto fatto finora è oggettivamente insufficiente”.

Lo afferma il consigliere regionale del Partito Democratico, Bruno Pigozzo, che informa “sono primo firmatario di un’Interrogazione, sottoscritta anche dalla collega Francesca Zottis e dal Capogruppo PD a palazzo Ferro Fini, Stefano Fracasso, che ha come oggetto il ‘parco’ progettato da Cav (Concessioni Autostradali Venete), una fascia verde lungo i 32 km autostradali equivalente ad un’area di 400 ettari per contenere l’inquinamento, acustico e atmosferico, generato dal traffico”.

“Per completarla occorre anzitutto l’accordo sull’utilizzo dei terreni tra la stessa Cav, Comuni, associazioni di categoria degli agricoltori e singoli proprietari – spiega l’esponente Dem – dopo due anni di promesse e buone intenzioni, siamo in una fase di completo stallo. Inoltre, anche gli interventi già effettuati non hanno dato i risultati previsti: nelle zone adiacenti il Passante, circa un terzo delle 48 mila piante messe a dimora, tra alberi e arbusti, non è sopravvissuto. A questo si aggiungono alcuni tratti stradali privi di barriere acustiche e le aree a parco con percorsi vita e giochi per bambini senza adeguate alberature e con scarsa manutenzione”.

“Visto che anche nel Defr si evidenzia la necessità di ‘contenere i livelli di inquinamento atmosferico, generato da situazioni di congestione del traffico’ e di ‘migliorare le qualità paesaggistiche-ambientali del territorio veneto attraverso standard qualitativi elevati nella progettazione infrastrutturale’ – ricorda il Vice Presidente del Consiglio Regionale –  crediamo che la Regione debba fare la propria parte assumendo un ruolo di regista e chiedendo a Cav di passare dalle parole ai fatti”.

“La Regione si faccia promotrice di un accordo tra soggetti pubblici e privati e definisca le competenze di ognuno nel completamento del progetto – conclude Bruno Pigozzo – Sono trascorsi dieci anni dall’inaugurazione del Passante e i cittadini sono stanchi di promesse, hanno già sopportato abbastanza”.

Fonte: www.consiglioveneto.it