News Antimafia – Pigozzo: “A Eraclea per dire no alle Mafie: il Consiglio regionale deve essere specchio dell’impegno corale della società veneta nella lotta alla criminalità”

Antimafia – Pigozzo: “A Eraclea per dire no alle Mafie: il Consiglio regionale deve essere specchio dell’impegno corale della società veneta nella lotta alla criminalità”

(Arv) Venezia 28 feb. 2019    – “Come diceva il generale Dalla Chiesa: ‘Chiunque pensasse di combattere la Mafia nel pascolo palermitano e non nel resto d’Italia non farebbe che perdere tempo’. In Veneto s’è perso molto, troppo tempo, bisogna reagire. Sono ad Eraclea anche  per questo”. Così Bruno Pigozzo, Vicepresidente del Consiglio regionale Veneto che in questa legislatura ha seguito l’attività dell’Osservatorio per il contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa e la promozione della trasparenza presente alla manifestazione veneziana. “Sono qui a titolo personale, innanzitutto, e in rappresentanza del Consiglio regionale del Veneto. Ho sottoscritto l’appello – spiega Pigozzo – realizzato da Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale dell’Associazione Avviso Pubblico alla quale il Veneto aderisce, nella convinzione che ogni cittadino democratico debba fare una scelta di campo, la scelta dell’impegno, ben sapendo che il non scegliere, l’ignavia, è un atto di viltà e di  codardia che rafforza la mafia: il silenzio, il non voler essere coinvolto, è una scelta di connivenza. Ogni giorno ciascuno di noi deve sapere di essere in trincea, in prima linea, per difendere e promuovere il principio etico individuale, la trasparenza dei comportamenti, l’onestà nelle relazioni. La mafia si inizia a combattere nelle scuole, insegnando ai nostri giovani il valore dell’onestà, diffondendo la cultura della legalità” Pigozzo ha poi annunciato che “non appena verrà ricomposto il numero dei membri dell’Osservatorio per il contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa e la promozione della trasparenza – ha detto il Vicepresidente dell’assemblea legislativa di Palazzo Ferro Fini – sarà mia cura promuovere l’incontro tra la Commissione bicamerale antimafia, il nostro Osservatorio e la VI Commissione consigliare regionale permanente, l’organismo consigliare competente per la promozione della legalità: il Consiglio regionale del Veneto deve essere specchio dell’impegno corale dell’intera società veneta. Dobbiamo combattere la mafia in ogni momento della nostra vita, nella coerenza della nostre scelte, nel nostro lavoro. Non serve essere eroi: non chiediamo a nessuno un atto i eroismo. Chiediamo coerenza, trasparenza, e l’adesione a quei valori di solidarietà che sono pilastri di una società basata sulla giustizia, la certezza del diritto, la democrazia e la libertà.”

Fonte: www.consiglioveneto.it